Quali sono i vantaggi?

La terapia del dolore è una branca ultraspecialista della medicina che ha come obiettivo il trattamento del dolore cronico (lombosciatalgia, cervicalgia, cefalee, nevralgia post-herpetica, osteoartrosi, fibromialgia). Il medico di medicina del dolore dopo aver individuato la diagnosi eziologica del dolore, può curarlo con una terapia farmacologica, infiltrativa o interventistica mininvasiva.

NESSUNA ANESTESIA GENERALE

Richiede solo una modesta anestesia locale sottocutanea: quindi non è necessaria l’anestesia generale per il paziente, come normalmente è richiesta nel caso di chirurgia “tradizionale”.

NESSUN RISCHIO DI CICATRICI PROFONDE

Viene eseguito attraverso la pelle, quindi non sono necessarie incisioni profonde nel tessuto muscolare e legamentoso con un bisturi, di solito viene eseguito in chirurgia “tradizionale” e spesso provoca microsanguinamenti attorno al disco o alle radici nervose, formando una cicatrice periradicolare, ed è un intervento tradizionale Uno dei motivi principali del suo fallimento.

NESSUN RISCHIO DI CICATRICI SUPERFICIALI

Non viene eseguita alcuna incisione cutanea, ma viene semplicemente introdotto un divaricatore coassiale, evitando antiestetiche cicatrici sulla pelle.

DIAGNOSI E VALUTAZIONE ISTANTANEA

Nella composizione del quadro clinico è bene tenere presente non solo quanto dolore avverte il paziente ma anche le caratteristiche del dolore stesso: un elemento fondamentale nella scelta del tipo di terapia antalgica.

TEMPI I INTERVENTO E DI DEGENZA RIDOTTI

In circostanze normali, la durata dell’intervento non supera i 60-90 minuti. Solitamente osservato per 12-24 ore durante il ricovero.

Menu
Contattami